Scuola di Equitazione Etologica©  Luna Blu & CavalliNatura Asd  


Scuola di Equitazione Naturale

&

Centro di riabilitazione e rieducazione
per cavalli.

Blog

Alimentazione ed inverno, strategie di benessere!

Pubblicato il 21 novembre 2018 alle 11.00 Comments commenti (0)

Sta per arrivare l'inverno e i terreni dedicati ai pascoli scarseggiano di erba rigogliosa.

Molti cavalli perciò potrebbero risentirne del cambio di alimentazione a causa dell'impoverimento della materia prima, per non parlare di quei cavalli che possibilità di pascolamento non ne hanno affatto!!

Cosa possiamo fare, in questi casi, per garantire il fabbisogno nutrizionale al nostro partner equino??

È importante sapere che i cavalli sono organismi eterotrofi, mangiano quindi vegetali soprattutto erba con un’elevata fogliarità.

Tutte le sostanze nutritive di cui hanno bisogno per respirare, crescere, muoversi, riprodursi, allattare e lavorare le trovano nell'erba.

L'erba, infatti, è un insieme di vegetali in grado di assorbire sostanze semplici come acqua, anidrite carbonica e azoto, sotto forma di nitrato o ammoniaca, e minerali inorganici e trasformarli in sostanze organiche più complesse come carboidrati e proteine.

Il cavallo in una dieta bilanciata necessita di carboidrati, grassi (lipidi), proteine (aminoacidi), vitamine, minerali, acqua.

- carboidrati: componenti principali di tutte le piante e costituiscono il 70% della sostanza secca (fieno)

- grassi (oli o grassi): agiscono come deposito di energia e sono rapidamente mobilizzati durante il lavoro

- grassi saturi: omega 3 e omega 6 essenziali nella dieta del cavallo. Fonte principale dei grassi saturi necessari al cavallo è il pascolo. Relazione tra: tipo e quantità di grassi- salute- infiammazione- sviluppo. Il 30% di omega 3 è possibile ricavarla da oli di pesce (di mari caldi).

- proteine: componenti fondamentali di ogni cellula e tessuto dell’organismo del cavallo come muscoli, pelle, tendini, pelo e zoccoli.

- vitamine: la carenza vitaminica può essere molto dannosa per le cellule del cavallo fino al punto di determinarne la morte. Sono composti organici forniti dalla dieta oppure prodotti dall'organismo, soprattutto nel l'intestino posteriore. A differenza degli esseri umani, i cavalli producono da sé le vitamine di cui hanno bisogno, ad eccezione delle vitamine A e E. (VIT. A dall'erba e foraggio, VIT. E dall'erba medica, foraggio verde, cereali)

- minerali: calcio, fosforo, sodio, cloro, potassio, magnesio, zolfo, rame, ferro, manganese, zinco, iodio, selenio, molibdeno, cromo, cobalto, fluoro, silicio. Tutti minerali presenti nell'erba, nelle piante, nei cereali e nelle graminacee).

- acqua: il pascolo fresco ne contiene circa il 75%. L'acqua funziona da termoregolatore.

Per ovviare alla mancanza di erba è perciò importante dare del buon fieno in grandi quantità (più volte al giorno) al nostro cavallo, integrare grassi saturi con oli di pesce, integrare un mangime a base di fibra per garantire il fabbisogno di proteine, vitamine (soprattutto A ed E) e minerali, senza possibilmente la presenza di amido (mais e orzo in grandi quantità non vanno assolutamente bene!!!) che i cavalli faticano a digerire. Lasciare sempre a disposizione acqua abbondante.

Una dieta attenta e mirata alle esigenze di ogni singolo soggetto associata ad una corretta attività fisica, permetteranno al nostro cavallo di superare la stagione fredda in una ottimale condizione fisica!